domenica 30 settembre 2012

Come il cacio sul riso (e un giro di pepe)




Servono un bicchiere di vino, rosso, decisamente rosso, da sorseggiare mentre si cucina. E una canzone che metta di buonumore. Nel frigo ci sarà sicuramente una crosta di formaggio, è lei. E' il momento del risotto cacio e pepe.









Risotto cacio e pepe

Ingredienti per due persone

180 gr. riso carnaroli
80 gr. di formaggio a pasta dura
1 bicchiere di vino bianco
1 cipollotto fresco
1 dado da brodo vegetale
olio evo e pepe qb


Fare imbiondire in una padella il cipollotto tagliato a fettine sottili nell'olio evo, unire il riso e il vino. Farlo tostare per qualche minuto. Poi cuocere, aggiungendo un mestolo dopo l'altro di brodo caldo. Mescolare di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. A fine cottura mantecare il riso con il formaggio. E una volta servito nel piatto guarnire con il pepe macinato fresco.



martedì 25 settembre 2012

La schiscetta politically corret




(note vegan)

Mettiamola così, non sono vegetariana, ma l'idea che per mancanza di fantasia contribuisca a fare prosperare il binomio "bistecchina-insalatina" proprio non mi va giù. Quindi questo post sarà il primo di una serie dedicato alle verdure sostanziose: piatti quasi unici che si infilano senza problemi nella schiscetta da ufficio.






Insalata di arance

1 finocchio
1 arancia
1 manciata di pistacchi
qualche oliva
sale e olio qb

Tagliare a fettine sottili sottili il finocchio, sbucciare l'arancio facendo attenzione che non rimanga la pellicina bianca. Sistemare finocchi e arancia in una ciotola, guarnire con i pistacchi e olive. A parte emulsionare un cucchiaio di olio con il sale e un po' di succo di arancia. Condire l'insalata e accompagnarla con del pane di segale.





mercoledì 19 settembre 2012

L'irresistibile fascino dei "rivoluzionari da superattico"




Untitled (Kathleen Cleaver a un funerale Pantera Nera), 1960

immagine http://www.vogue.com/culture/article/and-the-beat-goes-on-art-exhibit-of-charles-brittin-work-opens/#1

"Bocconcini di roquefort ricoperti di noci tritate. Saporitissimi. Delicatissimi. E' il modo in cui l'aroma secco delle noci cede al gusto austero del formaggio che li rende così, così delicati. Chissà che cosa sceglierebbe una Black Panthers da questo vassoio di antipasti? Chissà se alla Panthers piacciono i bocconcini di roquefort ricoperti di noci tritate, e le punte di asparagi alla maionese, e le polpettine di carne au Coq Hardi ..."





A cavallo degli anni Sessanta e Settanta per gli intellettuali newyorkesi, ricchi e affermati, ospitare nei propri salotti ogni possibile tipo di rivoluzionario radicale è rivoluzionariamente chic. Vasto il  campionario: black panthers, antimilitaristi, raccoglitori d'uva, pellerossa, tutti erano visti come estremamente eccitanti e chic. 






http://www.newsreel.us/panthers/index.htm



Radical Chic (ediz. Castelvecchi). I "rivoluzionari da superattico" messi a nudo dalla penna di Tom Wolf . Un breve saggio per raccontare quanto accadeva nei duplex più in di Manhattan, a casa dei Bernstein, dei Guggenheimer, oppure dei Burden... dove "alla fine tutto si riduce ai domestici". Sì, perché non puoi dare un party per le Black Panthers e poi presentarti con domestici di colore. 






Le serate mondane dei "radical chic" durano il tempo di una pagina di Vogue. La rivista da parte sua osanna quel certo modo di mettersi in tiro: pantaloni stretti, dolcevita neri, giacche di pelle, occhiaiali da sole cubani e le acconciature afro. "Afro di quelle vere, non raffazzonate".





E su Vogue arriva la rubrica Cibo Soul, un esempio?

Focaccia dolce di patate

3 tazze di patate dolci finemente grattugiate
1/2 tazza di latte
2 cucchiai di burro fuso
1/2 cucchiaino di cannella, zenzero, chiodi di garofano e noce moscata
2 uova
1/2 tazza di zucchero di canna
1/2 tazza di miele o di melassa


Mescolare patate, latte, burro fuso, cannella, zenzero, chiodi di garofano, noce moscata e uova. Aggiungere un pizzico di sale, lo zucchero di canna e la melassa (con la melassa si ottiene la focaccia tradizionale, con il miele una focaccia versione dandy).

domenica 16 settembre 2012

Tortina alla ricotta per il falegname in gonnella



Aperitivo con Mr Ikea: vetrina da montare, tortina salata (appena sfornata) e birretta. 





... a ognuno i suoi giochi

per gli uomini - un tempo 
avvezzi a questo genere 
di aiuti - rivolgersi
al programma tv 
"Chi l'ha visto"








... la Regina dei kit Ikea al lavoro





Torta salata alla ricotta per due persone

Ingredienti:

pasta sfoglia (1/2 rotolo nella versione quadrata)
120 gr. di ricotta di pecora
3 cucchiai di parmigiano reggiano
1/2 cucchiai di panna light
1 pomodoro
1 uovo
timo e noce moscata

In una terrina amalgamare l'uovo con la ricotta e il grana. Aggiungere la noce moscata.
Foderare la tortiera con la carta forno, adagiarci la pasta sfoglia. Quindi unire l'impasto.
Prendere il pomodoro, tagliarlo a fettine sottili e guarnire la torta.
Una spolverata di timo e per evitare che i pomodori facciano l'acqua aggiungere una presa di pangrattato (pochissimo).
In forno preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti


Nel caso usiate il classico tondo di pastasfoglia già preparato: 2 uova, 
250 gr. di ricotta di pecora, 4/5 cucchiai di grana padano, 50 gr. panna light



venerdì 7 settembre 2012

La strada per Parigi passa dai carboidrati







Ok, ha venduto l'anima al diavolo appena messe un paio di Jimmy Choo e ci ha messo davvero poco a passare dal golfino infeltrito, colore simil ceruleo, agli stivali mozzafiato di Chanel; eppure "la ragazza sveglia e grassa", sì proprio quella che impunemente sceglieva la minestra di mais e "mangiava carboidrati" è arrivata a Parigi.

In attesa di raggiungere la mia nuova Parigi e poi come da copione smobilitare tutto per inseguire nuovi sogni, mi tuffo in uno spacchettino simil couture.



Spaghettino 
simil couture con stridoli

Ingredienti per due persone:





160 gr spaghetti
1 mazzetto di stridoli
1 manciata di pomodorini
sale, pepe, olio evo qb
aglio e timo

In una casseruola fare appassire l'aglio in un filo di olio, toglierlo prima di unire i pomodorini tagliati a cubetti e le foglioline degli stridoli. Fare cuocere per una decina di minuti, regolare di sale e pepe.

Mettere a bollire l'acqua per la pasta in una pentola, aggiungere il sale e fare cuocere gli spaghetti al dente. Finire la cottura in padella con il sugo. 

Servirli con qualche fogliolina di timo.


"That's all"






















mercoledì 5 settembre 2012

La triglia che non ti aspetti







Parola d'ordine: leggerezza 
(ma con gusto) 

La prova: trasformare un pesce povero 
in un piatto sfizioso

Mi giravo tra le mani il limone spellacchiato, 
usato per  preparare il plum cake al limone 
e non sapevo che farmene ... 
poi l'illuminazione e "via con me"





Filetti di triglia al limone



Ingredienti

filetti di triglia
1 limone
rosmarino
olio d'oliva
sale e pepe







Per le triglie al forno

Prendere una teglia da forno, tagliare il limone a fettine sottile, metterlo sul fondo della teglia, adagiare i filetti di orata puliti, sale, pepe, un po' di rosmarino e un filo di olio.
In forno preriscaldato a 180 gradi per 15/20 minuti a seconda del tipo di cottura preferita.





Zucchine marinate


zucchine
erbe aromatiche
aceto bianco
olio d'oliva





Tagliare le zucchine a fettine sottili, molto sottili, a parte preparare il trito con le erbe aromatiche, timo, basilico, erba cipollina, origano e peperoncino, in un bicchierino mescolare olio, aceto e sale (per regolarmi fra olio e aceto, se metto 3 cucchiai di olio ne aggiungo 6 di aceto, raddoppio).

Prendere una terrina, fare uno strato di zucchine, una spolverata di erbe aromatiche e un po' di emulsione di olio/aceto, fino a esaurimento degli ingredienti. Chiudere la terrina con la pellicola.
Se sta in frogorifero per una notte è ancora più saporita.

Per entrambe le ricette le quantità degli ingredienti si regola a occhio, a seconda delle proprie preferenze.



domenica 2 settembre 2012

Whenever I'm down I call on you my friend




Vacanze finite? 
La prospettiva di tornare al lavoro 
vi disorienta? Groove Armada 
Goodbye Country (Hello Nightclub)










Saltate la traccia 3 My Friend 
quella che tutti conosciamo 
con il bellissimo video delle tre tipe in vacanza 
e poi quella faccia scura 
della protagonista al lavoro: 
beve un bicchiere d'acqua dal dispenser 
e le viene in mente il mare, 
fa le fotocopie e pensa al sole... 
ecco quello è farsi del male




La traccia 2 Superstylin invece è rassicurante, 
è come se il Glastombury Festival 
vi puntasse la sveglia alle 7 del mattino





Una fetta di plum cake con un tazza di caffè 
e via che si riparte
(O ci si prova)





Plum cake integrale al limone







Ingredienti


150 gr. di zucchero

50 gr. olio
1 dl di panna light
3 uova
1 pizzico di sale
la buccia grattugiata di 1 limone


200 gr. di farina integrale

1 cucchiaino di lievito per dolci
1 bustina di vanillina


semi di papavero




In una ciotola raccogliere la buccia del limone grattugiata (attenzione al bianco è amaro quindi evitate), aggiungere uno dopo l'altro gli ingredienti umidi e amalgamarli con l'aiuto di una frusta

In un'altra ciotola unire quelli secchi e poi unire i due composti. Mettere l'impasto in uno stampo da plum cake (carta da forno per non farlo attaccare). Guarnire con una spolverata di semi di papavero in superficie

Infornare a 180 gradi - forno pre riscaldato - per 50 minuti







Se proprio non se ne può fare a meno ...