venerdì 24 ottobre 2014

Il lato rock della vellutata di sedano



Partita come seconda scelta ha vinto la sfida 
con la più blasonata zuppa di cipolle 
durante l'apericavie con le amiche 
organizzato per testare un aperitivo 

“rigorosamente in white" 
a base di vellutate, sandwich con polpa di granchio, crostini di feta marinata, pavlove in versione finger 
e bicchierini di mascarpone (per Nott'Arte)

Pure qui la vellutata di finocchi e sedano, 
detta così un propostina un po' ospedaliera, 
si è presa le sue soddisfazioni

Per cui non mi resta che condividere la ricetta









Ingredienti

200 gr sedano 
200 gr finocchi
150 gr patate

1 noce di burro
latte qb
sale/paprica dolce

Prendere una casseruola, metterla sul fuoco a fiamma media. Fare sciogliere una noce di burro e lasciare insaporire per un paio di minuti le verdure e le patate tagliate a pezzettini. Regolare di sale. 

Ricoprire il tutto con del latte e cuocere a fiamma media per almeno un'ora. Frullare con il frullatore a immersione il composto, nel caso fosse troppo denso aggiungere un  altro po' di latte.

Servire nei bicchierini con della paprika dolce.

Si può fare anche in versione vegan, sostituendo il burro con dell'olio evo e usando del latte vegetale. 










Da mangiare con gli occhi le mini pavlove con zucchero d'oro 
e i bicchierini di mascarpone con i chicchi di melagrana





1 commento: