giovedì 3 gennaio 2013

Lascio le pantofole e mi tengo i tacchi a spillo


Sono scivolata nel 2013 con un risotto ai funghi porcini. Porcini veri, raccolti e regalati dai genitori del mio collega. Lo preparo con calma, facendo il brodo vegetale vero invece di velocizzare con un dado già bello che pronto. E mentre cipolla, sedano e carote bollono, io penso. Perché cascasse il mondo all'inizio dell'anno si riordinano i pensieri.



Risotto ai funghi porcini






Ingredienti per 2 persone

160 gr riso carnaroli
1 bel fungo porcino
1 scalogno
2 cucchiai di parmigiano reggiano
brodo vegetale
un pezzetto di burro
sale e pepe qb



Mettere il burro a sciogliere in una padella, a fiamma medio bassa. Tagliare lo scalogno a velo e metterlo nella padella. Nel frattempo tagliare a pezzettini il porcino, aggiungerlo allo scalogno e farlo rosolare per un paio di minuti. Quindi aggiungere il riso e farlo tostare - sempre un paio di minuti - portarlo a cottura aggiungendo un poco alla volta il brodo vegetale.  Verso fine cottura regolare di sale. Mantecare con il grana e servire in tavola con del pepe macinato all'istante.



Pensa che ti ripensa, ho trovato lo scatto giusto 
per descrivere l'anno che vorrei ...









 con i tacchi a spillo sulla neve 
... ma senza toccare terra


Serge Gainsbourg 
Je suis venu te dire que je m'en vais



Nessun commento:

Posta un commento