domenica 30 dicembre 2012

"Se nessuno risponde al telefono ...



... fa’ il numero più forte"







Prepotente, bisbetica e perdutamente 

innamorata di Schroeder

Adorabile Lucy





Perché nella vita (non) siamo tutte Lucy 
o almeno ci proviamo


E se non ci riusciamo, limitiamoci 
alla cioccolata








Plumcake 
al ciocco-arancio e cannella








200 gr. di farina
1/2 cucchiaino di lievito
1 bustina di vanillina
1 bustina di cannella (4 gr.)

2 uova
100 gr. di cioccolato fondente all'arancia
120 gr. di zucchero integrale
100 gr. di panna ligth
80 gr. di olio di semi




Per prima cosa mettere a fondere a bagnomaria la cioccolata. Quindi unire gli ingredienti secchi in una ciotola. In un'altra sbattere lo zucchero con le uova, poi aggiungere la panna e l'olio. Unire i due composti e per ultimo incorporare il cioccolato fuso. Preparare uno stampo da plumcake, versare l'impasto e mettere in forno pre-riscaldato a 180 gradi per 50 minuti.







Le foto di Lucy sono prese dalla pagina Fb La filosofia dei Peanuts










sabato 29 dicembre 2012

Pianeta Curiosity


Sono oltre 3,5 i milioni di utenti che hanno scaricato l'app di Curiosity, da questo momento più uno. Quell'uno sono io. Non ho resistito alla tentazione. Di tanto in tanto porto il mio contributo a distruggere i cubetti, in cerca dell'ultimo quello che ti rivela il segreto custodito all'interno del Cubo.






Scalpello virtuale sulla punta del dito ho inciso iniziali, provato a scrivere nomi e a disegnare cuori, sulla tavolozza virtuale che qualcuno, più o meno distante da te, può prendere di mira per arrivare all'ultimo Cubo.


mercoledì 19 dicembre 2012

Arrosto all'arancia


Il Grinch mi ha portato via il Natale. Spariti l'albero, le lucine e ovviamente il pacchettino dal fiocco rosso. 







Ma prometto che non l'avrà vinta. E andrò a riprenderlo il mio Natale, compreso il pacchetto con il fiocco rosso!







Lonza di maiale all'arancia

Ingredienti per 6 persone

800 gr. di lonza di maiale
2 arance
1 bicchierino di brandy
un paio di spicchi di scalogno
sale, pepe, olio evo qb
un paio di foglie di alloro
1 pezzettino di burro sui 20 gr. circa






Mettere in una casseruola il burro, un filo d'olio e portarli a temperatura, nel frattempo salare  e pepare l'arrosto. Farlo rosolare su tutti e quattro i lati per sigillarlo.

Tagliare lo scalogno a listelle e aggiungerlo alla carne. Spremere le due arance, il succo usarlo come brodo di cottura, aggiungere il brandy, la foglia di alloro, chiudere con un coperchio e cuocere l'arrosto a fuoco medio per un'ora e mezzo, avendo l'accortezza di girarlo di tanto in tanto. Verso fine cottura aggiungere un paio di scorzette di arancio per dargli ancora più sapore.

A cottura quasi ultimata, nel caso sia rimasto ancora del succo d'arancia liquido, farlo evaporare alzando la fiamma e togliendo il coperchio, fino a farlo diventare una salsa che servirà, una volta tagliato l'arrosto, per renderlo ancora più saporito.



domenica 16 dicembre 2012

Zuppa? Corretta a brandy







Mi aggiro in cucina con un bicchierino di brandy in mano. Lo ammetto, ho una passione per il brandy. Così ho pensato di usarlo per una zuppetta, barra velutata, e ho rielaborato in versione alcolica 
quella di cipolle e patate.




Ingredienti per due persone



1 cipolla di tropea

1 patata media
1 scalogno
1 cucchiai di farina
1 bicchierino di brandy
formaggio da grattugiare
olio evo
brodo vegetale
sale e pepe qb



In una casseruola mettere a imbiondire lo scalogno tagliato a fettine sottili in un filo d'olio. Tempo un minuto e sfumare con metà del brandy. Nel frattempo tagliare la cipolle a fettine molto molto sottili, farle insaporire e unire il resto del brandy. Aggiungere un cucchiaio di farina e mescolare per bene. Mentre la cipolla si insaporisce, pulire la patata, tagliarla a pezzettini piccoli e unirla al resto degli ingredienti.  Ricoprire con il brodo vegetale. Fare cuocere a fuoco medio per 30 minuti mescolando di tanto in tanto.



Prendere due cocotte, dividere la zuppa, una corposa grattugiata di formaggio, in questo caso del pecorino  di fossa e dargli una passata veloce nel forno, funzione grill, un paio di minuti sono sufficienti. Servire con una macinata di pepe fresco.


Per renderla ancora più golosa tagliare del pane raffermo a cubetti, passarli nel forno e aggiungerli alla zuppa. 



sabato 8 dicembre 2012

Imagine John





Il loro sogno a occhi aperti fu stroncato da un folle l'8 dicembre 1980, a Manhattan. Cinque pallottole al cuore che non gli dettero scampo. Era a poche centinaia di metri dal Dakota Building e dal loro appartamento bianco. Mi domando come Yoko abbia potuto sopravvivere alla morte di John Lennon. Legati da quell'amore unico, così avanti sui tempi che forse solo ai giorni nostri si riesce a comprendere. 









Vellutata di cavolfiore

ingredienti per due persone

1/1 cipolla bianca
1/2 cavolfiore
1 patata media
1 tazzina di panna di soia
1 pezzetto di zenzero
1 pizzico di peperoncino
brodo vegetale
olio evo
paprika







Affettare la cipolla a fettine sottili, nel frattempo mettere sul fuoco una casseruola con un filo d'olio evo, il pezzetto di zenzero e il peperoncino. Aggiungere la cipolla, passarla per qualche minuto nella casseruola. Pulire e tagliare a pezzi grossolani la patata e il cavolfiore. Unire le verdure e farle rosolare per un paio di minuti.  Aggiungere un paio di tazze di brodo vegetale e cuocere a fuoco medio per 20 minuti. Con un frullatore a immersione ridurre le verdure, unire la panna di soia e portare tutto a bollore per un paio di minuti. Servire con una spolverata di paprika e un fio di olio a crudo.


sabato 1 dicembre 2012

Il plumcake delle feste

in fondo è stato solo uno stupido “ti amo"





C’è il bianco del cioccolato, il rosso intenso dei lamponi. I classici colori del Natale per il plum cake più goloso del calendario quello da mangiare per le feste quando più che volentieri si fanno deroghe alle calorie perché tanto dal nuovo anno si è tutti a dieta. Così almeno si racconta. 

Quando arriva dicembre si può azzardare la formula del quattro quarti con ampio uso di burro. ll risultato - presentato con carte e fiocchi natalizi - può essere il pensiero da donare agli amici per ricambiare un invito, oppure una felice colazione tutti attorno alla tavola. 






Ingredienti:

180 grammi di farina
180 grammi di burro
180 grammi di zucchero
3 uova

1 bustina di vanillina
1 cucchiaino scarso di lievito
120 gr di lamponi
60 gr gocce di cioccolato bianco



In una ciotola setacciare la farina, il lievito e la vanillina. In un’altra ciotola lavorare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, aggiungere le uova, lo zucchero. 

Unire i due composti, aggiungere i lamponi e il cioccolato bianco, mescolando delicatamente. 

Prendere uno stampo da plum cake, ricoprirlo con della carta da forno, versare l’impasto e metterlo nel forno pre riscaldato a 180 gradi per 50 minuti.






Come sottofondo musicale: Somethin' Stupid. Nella versione originale, anno 1967, era cantata da Frank Sinatra e sua figlia Nancy Sinatra ...






... la più patinata è quella di Robbie Williams e Nicole Kidman, ma c’è un’altra versione “Qualche stupido ti amo" di Irene Grandi in duetto con l'attore Alessandro Gassman. A voi l’ardua scelta.