venerdì 8 marzo 2013

Tentazioni postmoderne






“Già. Solo che io non so che cosa voglio diventare, capisci? 
Ho cercato di fare la scrittrice, ma detesto quello che scrivo






Lost in Translation - Sofia Coppola


Poi mi sono messa a fare fotografie, ma sono mediocri. 
Sai, ogni ragazza attraversa una fase della fotografia: 
la fissa dei cavalli, o stupide foto dei piedi...".






Ma se non fai "stupide foto" ai piedi può essere che inciampi in altre tentazioni postmoderne: scrivere libri che nessuno mai pubblicherà, darti alla poesia, oppure aprire uno “stupido" blog di ricette!







Rivisitazione della torta pasqualina


Ingredienti per due persone:

1/2 foglio di pasta brisée rettangolare
una manciata di bietole
1 scalogno
1 uovo
3/4 uova di quaglia
20 gr pecorino
80 gr ricotta mista
sale pepe olio evo qb
noce moscata







Pulire le bietole. Cuocerle in padella a fuoco basso senz'acqua per un paio di minuti. Affettare lo scalogno, tagliare le bietole a pezzetti e farle rosolare per qualche minuto con lo scalogno e un filo d'olio. Aggiustare di sale e pepe.

Metterle in una ciotolina, aggiungere l'uovo, il pecorino grattuagiato e una spolverata di noce moscata.

Mettere la metà della pasta brisè in un piccola teglia da forno, ricordarsi di fare nell'impasto dei buchi con la forchetta. Versare il composto, aggiungere la ricotta e ricavare dei piccoli incavi per le uova di quaglia. 

Chiudere la torta con l'altra metà di brisèe, infornare per 40 minuti a 180 gradi forno pre riscaldato.





4 commenti:

  1. Tutto, ma non stupido!!! E aggiungo, visto com'è cresciuto bene il cavolfiore, ti puoi pure dare all'agricoltura!!

    Delizioso tortino...

    Auguri!!

    RispondiElimina
  2. mmm che ricettina !mi unisco ai tuoi lettori.
    passa a trovarmi:
    www.dolcementeinventando.com

    RispondiElimina